Interviste

Intervista a Lucio Giorgis, Head of Customer Success di ToolsGroup

Buongiorno Lucio, grazie per questa intervista e per la partecipazione a #GLMSummit19. Cosa vi aspettate da questo evento? Con quale spirito vi apprestate a prendervi parte?
Siamo davvero entusiasti di partecipare quest’anno. Non è la prima volta, a dire il vero. Ma quest’anno la situazione è davvero differente. ToolsGroup Italy, in questi ultimi anni ha subito una grande trasformazione. Oltre a operare in Italia, il nostro team è chiamato a coprire l’intera Europa insieme alle nostre consociate. È una grande sfida e una grossa opportunità per condividere esperienze di lavoro fatte anche con altre aziende in giro per l’Europa. IL GLMSummit è sempre stato un punto di riferimento per confrontarsi con le aziende e per condividere con loro il nostro continuo percorso di innovazione negli strumenti di supporto e ottimizzazione della supply chain.

Ci sono delle novità che presenterete al #GLMSummit19 o un prodotto o servizio che metterete in qualche modo in evidenza o di cui volete accennare in queste righe?
La vera sfida è quella di offrire servizi e soluzioni sempre più facili da usare e in grado di offrire migliori prestazioni nei processi di planning. Quest’anno la novità sta proprio nel metodo innovativo che offriamo per sfruttare i nostri strumenti.
Abbiamo messo a punto una metodologia di controllo e confronto delle prestazioni della Supply Chain con la quale il nostro cliente potrà ricevere da noi un sopporto continuo per correggere e migliorare giorno dopo giorno.

La raccolta e l’analisi dei dati sta diventando cruciale, tanto che oramai si parla, in tutti i settori, di data driven company e della loro capacità di anticipare le esigenze del mercato e dei clienti. Come vedete questi progressi nel vostro settore?
ToolsGroup è stata pioniera nell’uso di strumenti avanzati di AI da applicare alla pianificazione della domanda e della supply chain. Lavoriamo con queste tecnologie dal 2007. La nostra strategia è quella di offrire soluzioni in grado di prendere in autonomia il maggior numero di decisioni lasciando all’utente l’indirizzo e il controllo per eccezioni. Da questo punto di vista, come si può comprendere, tutto è data-driven per noi.

Mai come quest’anno si è parlato di ambiente, di cambiamenti climatici e di aziende che virano verso atteggiamenti e strategie più verdi. Come può la logistica diventare davvero green e sostenibile?
Un tema centrale nella proposta di ToolsGroup, da sempre, è la riduzione degli sprechi e l’abbattimento dei costi di produzione e di distribuzione. La ricetta è, apparentemente, semplice: analizzare i bisogni e rendere sempre più sincronizzata la domanda del mercato con la supply chain. Evitare di tenere materiale in eccesso evita sprechi, così come evitare la rottura di stock: si evitano continui interventi di correzione che spesso comportano aumento di costi di produzione e trasporto. Insomma questo è pensare “green”.

Perché un visitatore del Global Summit Logistics & Manufacturing 2019 dovrebbe sedersi al vostro tavolo? Cosa può offrire la vostra azienda più o meglio delle altre?
Per incontrare un team entusiasta, in grado di offrire prodotti unici e capace di condividere esperienze industriali all’avanguardia. Non vi deluderemo.

Grazie per averci concesso questa intervista, ci vediamo il 20 e 21 novembre a Pacengo di Lazise (VR).

Lucio Giorgis di Toolsgroup
9° Global Summit Logistics & Manufacturing
16 | 17 NOVEMBRE 2022
ACCEDI QUI se sei registrato o ISCRIVITI