Global Summit Logistics & Manufacturing

15 e 16 NOVEMBRE 2017 – CENTRO CONGRESSI HOTEL PARCHI DEL GARDA – PACENGO DI LAZISE (VR)

 

L’unico evento business in Italia interamente dedicato alle soluzioni, ai servizi e sistemi integrati  per la gestione della (intralogistica, della produzione e della supply chain. Un appuntamento che mette in contatto diretto la domanda e l’offerta del settore sulla base di interessi comuni e condivisi.

 

Global Summit Logistics & Manufacturing è l’evento riservato alla Business Community del settore, riunita per approfondire progetti, soluzioni, servizi e modi nuovi per fare business.

 

La cultura social e i nuovi media ci stanno educando a nuovi spazi e tempi di relazione che vivono nel digitale. Anche nei rapporti di professionali. Ma niente è più performante di una stretta di mano.

 

CONFERENZE + INCONTRI B2B + NETWORKING e EXPO

 

Speaker

Un’occasione per dare voce e credibilità alle aziende anche grazie a conferenze tenute da speaker professionisti e leader di settore.

  • Gianluca Anguzza
    Ingegnere meccanico e ph.d., ha un’esperienza di 17 anni come lean master e di 10 come wcm senior consultant. E’ un riferimento per multinazionali e aziende leader di molti settori su metodologie che perseguono l’eccellenza. Ha una vasta esperienza internazionale (31 paesi in 5 continenti). Ha fondato e guida il gruppo New Value, azienda di riferimento per la consulenza lean e principale partner consulenziale della Wcm Association.
  • Paolo Azzali
    Classe 1965. Consulente di logistica e supply chain management dal 1991. Autore di oltre 70 articoli, partecipa da oltre 15 anni come relatore e docente a numerosi convegni, seminari e corsi di formazione professionali. Dal 2010 è amministratore di AB Coplan Srl Dal 2008 è il consulente di Logistica dell’Unione Parmense degli Industriali (UPI). Dal 1998 al 2008 è stato Professore a contratto presso la Facoltà di Economia dell’Università di Parma come docente di corsi sulla logistica distributiva Dal 2003 è membro del Consiglio direttivo dell’Associazione Italiana di Logistica e Supply Chain Management (Ailog) Dal 2002 è il socio di riferimento della Logisticamente S.r.l. Dal 2001 (anno della pubblicazione del primo numero) è il Coordinatore Tecnico della rivista “Il Giornale della Logistica”
  • Davide Benatti
    Laureato in Informatica presso l’Università di Bologna, ha maturato diversi anni di esperienza all'interno del settore IT di multinazionali manifatturiere, lavorando nell'ambito di team multietnici e multiculturali. Dal 2015 ricopre il ruolo di Analista IT a supporto dei progetti strategici del gruppo Rivacold, azienda con 50 anni di storia alle spalle e leader in Italia nel campo della refrigerazione industriale.
  • Stefano Bianchi
    Classe 1960. Consulente logistico dal 1990. Autore di numerosi articoli, partecipa come chairman e relatore a convegni e seminari su temi logistici, svolge attività di coordinamento e docenza in master in logistica industriale organizzati da università ed associazioni industriali. Dal 2010 è amministratore di AB Coplan s.r.l. Dal 2006 è vicepresidente della Italy Roundtable del CSCMP (Council of Supply Chain Management Professionals). Dal 2005 è membro del Management Board di SCG AG, società internazionale di consulenza logistica con sede a Ulm (Germania). Dal 1995 è membro della commissione logistica UNI. Dal 1992 partner di ALFA COPLAN s.r.l., società di consulenza e formazione logistica specializzata nella progettazione di magazzini e layout industriali.
  • Andrea Brianti
    Plant Manager di Guala Dispensing
  • Nicola Borghi
    Laureato in Ingegneria presso l’Università di Bologna, attualmente è Operation Director presso Due Torri Spa di Minerbio/Bologna. In precedenza sempre per la stessa società ha ricoperto il ruolo di ICT Dept Manager e Quality Assurance Manager
  • Massimo Cecchinato
    è Business Development & Marketing Manager di Swisslog Italia WDS, ruolo che svolge in affiancamento a quello di Key Account Manager che ricopre in Swisslog dal 2013
  • Dr. Cesare Cernuschi
    Socio fondatore e Amministratore Delegato di SIMCO, società di consulenza specializzata nell’ottimizzazione della Supply Chain e fondata nel 1981, che ha sviluppato oltre 1.800 progetti per più di 450 Clienti di diverse dimensioni e settori merceologici. Senior Consultant nella progettazione e organizzazione dei layout dei magazzini, della distribuzione fisica e delle strutture organizzative aziendali.
  • Marco Cernuschi
    Senior Partner Consultant di SIMCO, società di consulenza specializzata nell’ottimizzazione della Supply Chain e fondata nel 1981, che ha sviluppato oltre 1.800 progetti per più di 450 Clienti di diverse dimensioni e settori merceologici. Senior Consultant nella progettazione e organizzazione dei layout dei magazzini, della distribuzione fisica e delle strutture organizzative aziendali.
  • Giulia Colombi
    E' nata a Reggio Emilia nel 1985. Subito dopo la laurea in Ingegneria Gestionale, ha iniziato la sua carriera in System Logistics SpA. Da allora ha ricoperto diversi ruoli in azienda, partendo dall’ufficio Software per poi proseguire nel dipartimento di Engineering, ed approdare infine nell’area Sales nel 2010. Dal 2013 ricopre il ruolo di Business Development Manager per il Settore Retail.
  • Marco Crasnich
    Esperto di logistica ha maturato precedenti esperienze manageriali come responsabile di settori logistici in importanti aziende multinazionali. Amministratore e socio di Overlog srl, azienda che da più di 25 anni ingegnerizza, sviluppa e realizza sistemi avanzati di gestione ed ottimizzazione logistica di produzione e magazzino attraverso l’implementazione del WMS proprietario SLIM2k
  • Alberto De Faveri
    Senior Supply Chain Consultant e Project manager, è responsabile della delivery dei progetti e della gestione del team presso la sede di Milano di Tecnest, azienda di riferimento in Italia per le soluzioni per la gestione della produzione e della supply chain. Da diversi anni, gestisce progetti di implementazione di modelli e soluzioni, in particolare in ambito MES (Manufacturing Execution System) e APS (Advanced Planning & Scheduling) presso aziende di diversi settori industriali.
  • Arcangelo D’Onofrio
    Ha lavorato all’interno dei sistemi informativi di aziende multinazionali in vari settori. Attento da sempre alle tematiche di innovazione a supporto dell’impresa, nel 2009 ha fondato Temera, che, occupandosi di tecnologia RFId è passata da 2 dipendenti a 50 in 7 anni.
  • Paolo Farinella
    Technical & Sales Manager di INCAS SPA, ha ricoperto per 20 anni il ruolo di Product Manager & Team Leader nell’ambito delle soluzioni informatiche per la Gestione Operativa di Magazzino c/o INCAS. INCAS SPA opera da oltre 36 anni in un contesto di mercato internazionale, proponendo soluzioni automatiche, complete e personalizzate nell’ambito della Supply Chain.
  • Claudio Gagliardini
    Esperto di Webmarketing, Social Media Marketing (SMM), Digital PR, e comunicazione sui media digitali, cofondatore di seidigitale.com, progetta e cura strategie di Comunicazione & Marketing online, con particolare riferimento ai settori del Turismo, Food, Automotive e Real Estate. Blogger, divulgatore, formatore, speaker e relatore nei più importanti eventi e appuntamenti del settore. Co-Autore inisieme ad Ale Agostini di "Social Google Marketing", edito da Hoepli nel 2015. Quando, come e perché utilizzare i Social Media e le piattaforme della rete all'interno di una strategia di marketing è il fulcro del suo lavoro, che non si limita agli aspetti squisitamente tecnici, ma sconfina nello studio delle implicazioni e dell’impatto che essi hanno sulla diffusione e sulla percezione del messaggio.
  • Claudia Galimberti
    In Panasonic Italia dal Maggio 2006, è Partner Account Manager nella divisione Toughbook con il compito di far crescere la comunità di partner e aumentare i loro successi sul mercato. In precedenza è stata Key Account Manager con una focalizzazione sui settori di mercato Food and Beverage e Energy and Utility. Proviene da precedenti esperienze di vendita, prevalentemente di soluzioni rivolte agli utenti di mobilità, sempre nell’ambito B2B.
  • Riccardo Gioja
    Laureato in Ingegneria Elettronica e delle Telecomunicazioni nel 2007, Riccardo Gioja ha lavorato per 10 anni in ambito Automazione, Soluzioni Innovative, WMS, RF come Project Manager nello sviluppo di progetti di complessità differente fino alla realizzazione di impianti automatici completi. Durante gli anni ha anche affrontato e sviluppato Soluzioni Innovative, Sistemi RF, WMS e Soluzioni di Auto-ID delle merci passando per vendita, formazione e gestione dell’implementazione.
  • Carlo Pascale Guidotti Magnani
    Specialista esperto di soluzioni hardware e software per la produzione, la logistica, l’industria e il retail. Dal 1989 è coinvolto in prima persona nel mondo delle soluzioni per l’Identificazione Automatica ed il Mobile Computing.
  • Luca Mongiorgi
    Partner IUNGOItalia - Dopo un percorso professionale in ambito commerciale, consegue un Master in Business Administration ed entra nel 2008 in IUNGO come Direttore Marketing. Attuale Direttore Sales & Marketing, nel corso degli anni ha avuto modo di gestire numerosi progetti di Supply Chain Collaboration, ricoprendo un ruolo strategico per la crescita del business aziendale."
  • Sebastiano Nardin
    Giovane imprenditore ed esperto di produzione industriale, è responsabile del „business development“ per Solunio. Si occupa di portare sul mercato il prodotto Visual Shop Floor e di creare opportunità di crescita per l’azienda.
  • Marco Picciafuoco
    Dopo la laurea in Ingegneria per L'Ambiente e il Territorio presso l'Università degli Studi di Perugia, Marco Picciafuoco ha frequentato un Master per Esperto in Contabilità Ambientale. Appena terminati gli studi è iniziata la sua attività come responsabile tecnico-commerciale in Italia delle soluzioni software della PTV. Attualmente è membro del Consiglio d'Amministrazione di PTV Italia Logistics con funzione di Amministratore Delegato. “Probabilmente nessuna società al mondo raggruppa in maniera così trasversale competenze e soluzioni in grado di pianificare e ottimizzare la mobilità di cose e persone. Con soddisfazione commercializziamo in Italia le soluzioni della suite PTV dedicate al mondo dei trasporti e della logistica: come punta di un iceberg, mettiamo a disposizione delle aziende italiane la possibilità di usufruire degli innovativi prodotti realizzati mettendo a frutto il know-how scientifico e le conoscenze tecnologiche maturate in ambito internazionale dalla nostra casa madre.” Marco Picciafuoco
  • Stefano Rigonat
    Opera da più di 10 anni nell’ambito dell’ottimizzazione di sistemi complessi di Supply Chain, è oggi Head of Operations Consulting presso Quin. Responsabile di sfidanti progetti di Business Process Review presso realtà quali AST (ThyssenKrupp), Marcegaglia, CNH Industrial, Calzedonia, Automotive Lighting (Magneti Marelli), Fassa Bortolo e Stosa Cucine. Per diversi anni relatore al Politecnico di Milano nel corso di eOperations.
  • Roberto Ronchiadin
    Ingegnere elettronico, si occupa dal 1985 di WMS e di impianti automatici in ambito logistico. È Business Development Manager in Beta 80 Group, azienda di riferimento per capacità progettuale, soluzioni e dimensioni nell’ambito della Supply Chain.
  • Ing. Gianluca Sperone
    Si laurea al Politecnico di Torino dopo 1 anno di ricerca presso l’Institut National Polytechnique di Toulouse e, nel 2017, frequenta l’Executive Program in SCM alla SDA Bocconi. Nel suo CV vanta diverse esperienze internazionali prevalentemente in aziende del settore Automotive dove ricopre diverse posizioni manageriali sempre in ambito Operations. Da oltre 10 anni lavora in Logistica e dal 2015 ricopre la posizione di Head of Logistics and Supply Chain in Magneti Marelli, divisione Shock Absorbers.
  • Francesco Stolfo
    è Partner e Business Development Manager di ToolsGroup. Ingegnere meccanico, da oltre vent’anni si occupa di progettazione di sistemi per la logistica industriale e distributiva mirati al miglioramento delle performance aziendali, con particolare riguardo alle nuove tecnologie.
  • Giorgio Tesorieri
    Uno dei soci fondatori e presidente di Infolog SpA, si occupa di attuare le linee strategiche decise da Infolog riguardo all’espansione della società verso Nuovi Mercati e Clienti Esteri. L’esperienza di 30 anni nasce in ambito gestionale presso una multinazionale americana con sede in Italia, per poi approdare in Infolog e occuparsi delle soluzioni software e dell’espansione all’Estero della società
  • Luca Turmolini
    Manufacturing Operation Management Portfolio Developer Executive. Con oltre 20 anni di esperienza , tra L’Italia e la Spagna, nell’implementazione di soluzioni software per l’automazione industriale sino ai piu’ moderni sistemi MES/MOM, aiuta i clienti a portare le loro aziende a nuovi livelli di eccellenza e competitività produttiva.
  • Paolo Zanella
    Head of Supply Chain Management and Continuous improvement in Acciai Speciali Terni (Gruppo ThyssenKrupp), ha precedentemente maturato una lunga esperienza Supply Chain prima in ambito automotive (Automobili Lamborghini, Ferrari) nei beni di lusso (Bulgari, Gucci) ed in ambito meccanico (Bonfiglioli Riduttori) in Italia ed all’estero. Vice presidente dell’associazione italiana Lean manager, dal 2016 si occupa di integrare i principi del Lean Manufacturing nella gestione del complesso scenario logistico di AST, realtà leader nel mondo nella produzione di rotoli e laminati piani inossidabili.
  • Vincenzo Verità
    53 anni, è il Direttore della divisione POS&IT Automation della ASEM S.p.A azienda Italiana leader nella progettazione e produzione di soluzioni hardware PC based nei mercati dell’Automazione Industriale, del Punto Vendita e di altri mercati verticali .
  • Davide Vierzi
    Responsabile Sviluppo Progetti Area Aziendale in Sistemi S.p.a. Laureato in Economia e Commercio, entra a far parte di SISTEMI SpA nel 2003, ricoprendo il ruolo di responsabile marketing di prodotto delle soluzioni ERP per aziende di medio-grandi dimensioni. Dal 2012 coordina Simpresa, la divisione di consulenti di SISTEMI SpA. specializzata nel controllo di gestione e nella reingegnerizzazione dei processi; la divisione accompagna le aziende nel loro sviluppo organizzativo coordinando soluzioni tecnologiche e processi. Svolge consulenza diretta presso le Imprese per la realizzazione di sistemi di controllo di gestione; ha collaborato alla realizzazione del volume ‘Sistema Impresa’.
  • Sergio Virmilli
    43 anni, laureato in Economia presso l’Università degli Studi di Milano, lavora come Product manager presso OM Carrelli Elevatori, occupandosi principalmente dei carrelli elevatori da magazzino e di altre tematiche tra cui quelle energetiche e di sicurezza sui carrelli elevatori
  • Massimo Zanardini
    si è laureato presso l’Università degli Studi di Brescia a marzo 2012 in Ingegneria Gestionale, discutendo una tesi sulle modalità di collaborazione ed integrazione fornitore-cliente lungo le filiere logistiche. Ha conseguito nel 2016 il titolo di Ph.D. investigando il livello di conoscenza, diffusione e utilizzo delle nuove tecnologie digitali all’interno delle imprese manifatturiere. Dal 2012 fino al 2017 ha fatto parte del Laboratorio Research and Innovation for Smart Enterprises (RISE) presso il Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Industriale della facoltà di Ingegneria dell’Università di Brescia. Ora lavora come consulente aziendale per la spin-off accademica IQ Consulting Srl, occupandosi di trasformazione digitale delle aziende e di implementazione di nuove tecnologie abilitanti l’Industria 4.0.
Il programma
15 novembre

Dalle 08.00 Ricevimento partecipanti e welcome coffee

09.00 - 09.30 L’evoluzione tecnologica e organizzativa dell’Azienda 4.0 | Relatore Davide Verzi - Sistemi

09.00 - 09.30 L’evoluzione tecnologica e organizzativa dell’Azienda 4.0 | Relatore Davide Verzi - Sistemi

Lo sviluppo di un’Azienda 4.0 richiede un percorso evolutivo che coinvolge non solo gli aspetti tecnici e tecnologici dell’azienda ma richiede un cambiamento della struttura organizzativa e la modifica dei processi aziendali.
La digitalizzazione della catena produttivo-logistica porta l’azienda ad una maggiore integrazione delle diverse funzioni, dalle vendite all’approvvigionamento dei materiali, consentendo una pianificazione dei processi che non riguarda solo l’azienda al suo interno ma anche i soggetti esterni. Questo porta a indubbi vantaggi come la riduzione dei tempi di consegna, dei costi dei materiali e il miglioramento del servizio al cliente.
Questo percorso evolutivo non è più una sola opportunità fornita dall’evoluzione tecnologica ma una necessità per le aziende che si trovano ad affrontare un cambiamento della natura della domanda.
La realtà digitale comporta infatti una maggiore volatilità del mercato e lo sviluppo di nuovi modelli di business che richiedono la capacità delle aziende di reagire alla variazione della domanda in modo immediato grazie alla collaborazione con il network della supply chain, all’automazione della logistica, alla capacità di simulazione e pianificazione della produzione.

Relatore
Davide Vierzi
Responsabile Sviluppo Progetti Area Aziendale in Sistemi S.p.a.
Laureato in Economia e Commercio, entra a far parte di SISTEMI SpA nel 2003, ricoprendo il ruolo di responsabile marketing di prodotto delle soluzioni ERP per aziende di medio-grandi dimensioni.
Dal 2012 coordina Simpresa, la divisione di consulenti di SISTEMI SpA. specializzata nel controllo di gestione e nella reingegnerizzazione dei processi; la divisione accompagna le aziende nel loro sviluppo organizzativo coordinando soluzioni tecnologiche e processi. Svolge consulenza diretta presso le Imprese per la realizzazione di sistemi di controllo di gestione; ha collaborato alla realizzazione del volume ‘Sistema Impresa’.

09.00 - 09.30 I benefici dell’automazione intralogistica nell’era della digitalizzazione | Relatore Giulia Colombi - System Logistics

09.00 - 09.30 I benefici dell’automazione intralogistica nell’era della digitalizzazione | Relatore Giulia Colombi - System Logistics

Grazie all’elevato numero di impianti installati il tutto il mondo, tra i quali spiccano molti importanti nomi dell’industria del food & beverage, System Logistics è diventato il partner di riferimento nel settore dell’intralogistica in particolare per la fornitura di impianti di stoccaggio automatico, material handling e sistemi di picking automatico.

Ogni progetto viene sviluppato e prodotto internamente secondo le più avanzate tecnologie che rispecchiano l’era dell’Industria 4.0. Le nostre soluzioni sono infatti caratterizzate dall’automazione delle operazioni di magazzino, di movimentazione merce e di picking, che ben si collocano in un panorama industriale dove digitalizzazione e robotizzazione fanno da protagonisti.
La regia ed il coordinamento dell’intero sistema sono affidati a Systore, il software WMS proprietario per la gestione del magazzino, ed al relativo algoritmo BestFit utilizzato per la costruzione di pallet misti, che consentono un’interconnessione con le altre divisioni della fabbrica.
Altro elemento è costituito dalla control room, che consente un totale controllo da remoto delle operazioni che si verificano all’interno dello stabilimento.

System Logistics è quindi un partner globale in grado di fornire ai propri clienti dalla consulenza, all’ingegneria, alla produzione ed installazione, allo sviluppo software e servizi post-vendita.

Nel corso della conferenza verranno approfondite le particolarità ed i vantaggi delle nostre soluzioni attraverso video riguardanti installazioni reali e case histories delle principali referenze.

Relatore
Giulia Colombi è nata a Reggio Emilia nel 1985.
Subito dopo la laurea in Ingegneria Gestionale, ha iniziato la sua carriera in System Logistics SpA.
Da allora ha ricoperto diversi ruoli in azienda, partendo dall’ufficio Software per poi proseguire nel dipartimento di Engineering, ed approdare infine nell’area Sales nel 2010.
Dal 2013 ricopre il ruolo di Business Development Manager per il Settore Retail.

09.30 - 10.30 Incontri one2one

10.30 - 11.00 Preparati a tutto, anche alla nuova rivoluzione industriale. In mobilità! | Relatore Claudia Galimberti - Panasonic Business Toughbook

10.30 - 11.00 Preparati a tutto, anche alla nuova rivoluzione industriale. In mobilità! | Relatore Claudia Galimberti - Panasonic Business Toughbook

Nei settori del manifatturiero e della logistica la digitalizzazione dei processi Industry 4.0 sta avvenendo a tassi sostenuti. Questa trasformazione richiede un ripensamento delle attività e una ricerca di soluzioni efficienti, affidabili e sostenibili nel tempo. Nella presentazione Panasonic Computer Product Solutions analizzerà quali possono essere i vantaggi operativi, la riduzione dei costi e le nuove attività che possono essere svolte grazie all’adozione di soluzioni di mobilità professionali.

Relatore
Claudia Galimberti
In Panasonic Italia dal Maggio 2006, è Partner Account Manager nella divisione Toughbook con il compito di far crescere la comunità di partner e aumentare i loro successi sul mercato.
In precedenza è stata Key Account Manager con una focalizzazione sui settori di mercato Food and Beverage e Energy and Utility.
Proviene da precedenti esperienze di vendita, prevalentemente di soluzioni rivolte agli utenti di mobilità, sempre nell’ambito B2B.

10.30 - 11.00 Da B2B a B4B – Quando il fornitore dei sistemi di pianificazione diventa il tuo collega di scrivania e i servizi offerti si fanno sempre più personalizzati | Relatore Francesco Stolfo - ToolsGroup

10.30 - 11.00 Da B2B a B4B – Quando il fornitore dei sistemi di pianificazione diventa il tuo collega di scrivania e i servizi offerti si fanno sempre più personalizzati | Relatore Francesco Stolfo - ToolsGroup

Oggi l’ennesima rivoluzione tecnologica che stiamo vivendo, la digital trasformation, spinge a modificare il ruolo dei fornitori di soluzioni di pianificazione in fornitori di servizi avanzati.
Tutti hanno lo stesso obiettivo: ottenere risultati e rendere competitiva l’azienda. Quando gli obiettivi diventano gli stessi non si parla più di rapporto cliente-fornitore (B2B) ma di partnership (B4B).
Scopriamo di cosa si tratta.

Relatore
Francesco Stolfo, è Partner ToolsGroup.
Ingegnere meccanico, da oltre vent’anni si occupa di progettazione di sistemi per la logistica industriale e distributiva mirati al miglioramento delle performance aziendali, con particolare riguardo alle nuove tecnologie.

11.00 - 11.30 Incontri one2one

11.30 - 12.00 I sistemi di sicurezza attivi e passivi sui carrelli elevatori e nei magazzini | Relatore Sergio Virmilli - Om Carrelli Elevatori

11.30 - 12.00 I sistemi di sicurezza attivi e passivi sui carrelli elevatori e nei magazzini | Relatore Sergio Virmilli - Om Carrelli Elevatori

Le normative in termini di sicurezza ed ergonomia nei magazzini sono sempre più stringenti e controllate. Inoltre vi è sempre più una convinzione che le tematiche legate alla sicurezza influiscano direttamente sulla produttività degli operatori, in quanto un luogo di lavoro sicuro e ordinato permette una migliore operatività dei lavoratori.
I carrelli elevatori, soprattutto nelle loro attività indoor all’interno dei magazzini, e quindi in area tipicamente congestionate e con spazi di scarsa visibilità e illuminazione, possono creare situazioni tendenzialmente di rischio e di incolumità per gli operatori. Negli ultimi anni sono state sviluppate numerose soluzioni tecnologiche che incrementano la sicurezza nei magazzini sia nell’interazione tra carrelli in azione, per evitare incidenti, sia per salvaguardare zone miste in cui interagiscono operatori a piedi e carrelli elevatori. Allo stesso modo sono sorti sistemi di monitoraggio per approfondire e verificare le cause di eventuali eventi incidentali.
Questi sistemi di sicurezza sono sempre più richiesti non solo dalle RSPP aziendali ma fanno ormai parte del corredo standard dei mezzi da movimentazione, al pari di altri optionals che tipicamente già fino ad oggi venivano richiesti sui carrelli elevatori.
In questa presentazione si evidenzierà quindi una panoramica delle varie soluzioni tecnologiche presenti ora sul mercato, dalle più semplici alle più complesse e complete.

Relatore
Sergio Virmilli, 43 anni, laureato in Economia presso l’Università degli Studi di Milano, lavora come Product manager presso OM Carrelli Elevatori, occupandosi principalmente dei carrelli elevatori da magazzino e di altre tematiche tra cui quelle energetiche e di sicurezza sui carrelli elevatori

11.30 - 12.00 Magazzino SLIM con il 4.0: Esiste la ricetta per l’ottimizzazione della gestione del magazzino? Overlog prova a suggerire: ingredienti (classici e/o avanzati), tempi e modi per un risultato in linea con le proprie esigenze. (Approfondimento su ATTIVA – Pick to light) | Relatore Marco Crasnich - Overlog

11.30 - 12.00 Magazzino SLIM con il 4.0: Esiste la ricetta per l’ottimizzazione della gestione del magazzino? Overlog prova a suggerire: ingredienti (classici e/o avanzati), tempi e modi per un risultato in linea con le proprie esigenze. (Approfondimento su ATTIVA – Pick to light) | Relatore Marco Crasnich - Overlog

Industry 4.0: un’occasione per mettere a posto anche il magazzino! Sicuramente il ricettario è affollato e variegato di soluzioni, nuove tecnologie ed opportunità per rendere più efficiente ed efficace la macchina complessa che lavora in magazzino. Overlog in questi 30 minuti concentrerà la propria attenzione sul metodo che utilizza per trovare le “giusti” dosi di cambiamento dei processi, formazione, inserimento di nuove tecnologie per il raggiungimento dell’ottimizzazione della supply chain. Dopo l’excursus metodologico Overlog, l’accento si pone sulla case-study “Attiva Spa” dove tramite il WMS (SLIM2k di Overlog), viene gestito un magazzino verticale automatico ed un sistema “Pick to light” assieme ad una serie di processi e sistemi legati alle specifiche esigenze di questo cliente, come ad esempio la “massima sicurezza” (Furti).

Relatore
Marco Crasnich
Esperto di logistica ha maturato precedenti esperienze manageriali come responsabile di settori logistici in importanti aziende multinazionali. Amministratore e socio di Overlog srl, azienda che da più di 25 anni ingegnerizza, sviluppa e realizza sistemi avanzati di gestione ed ottimizzazione logistica di produzione e magazzino attraverso l’implementazione del WMS proprietario SLIM2k

12.00 - 12.30 Incontri one2one

12.30 - 13.00 L'automazione in magazzino: quando conviene? | Relatore Cesare Cernuschi - Simco

12.30 - 13.00 L'automazione in magazzino: quando conviene? | Relatore Cesare Cernuschi - Simco

I sistemi automatici sono ormai in grado di risolvere quasi tutti i problemi connessi con le operazioni di magazzino, le proposte tecnologiche sono estremamente diversificate e la scelta di quella più appropriata diventa sempre più complessa. Quando si affronta il problema della riorganizzazione di un magazzino è importante non trascurare di esaminare il contributo che può fornire l’automazione ma è altresì opportuno confrontala con soluzioni alternative che possono essere altrettanto interessanti sul piano delle prestazioni e dei costi di esercizio.
E’ quindi necessario effettuare un’analisi molto accurata per individuare la migliore soluzione organizzativa e tecnologica, valutando i punti di forza e di debolezza, senza trascurare la possibilità di ridisegnare i processi.

Relatore
Dr. Cesare Cernuschi
Socio fondatore e Amministratore Delegato di SIMCO, società di consulenza specializzata nell’ottimizzazione della Supply Chain e fondata nel 1981, che ha sviluppato oltre 2.000 progetti per più di 500 Clienti di diverse dimensioni e settori merceologici. Senior Consultant nella progettazione e organizzazione dei layout dei magazzini, della distribuzione fisica e delle strutture organizzative aziendali.

12.30 - 13.00 WMS a Regia Attiva: il software INTELLIMAG di gestione operativa di magazzino a “guida autonoma”, dopo il successo nelle grandi imprese è ora disponibile con la “guida assistita” anche per le PMI | Relatore Giorgio Tesorieri - Infolog

12.30 - 13.00 WMS a Regia Attiva: il software INTELLIMAG di gestione operativa di magazzino a “guida autonoma”, dopo il successo nelle grandi imprese è ora disponibile con la “guida assistita” anche per le PMI | Relatore Giorgio Tesorieri - Infolog

Collegate il software INTELLIMAG WMS al vostro gestionale ERP e lasciatevi guidare dalla Regia Attiva, un messaggio che ha conquistato le grandi imprese è oggi alla portata delle PMI.

Il sistema WMS intelligente, totalmente “paperless”, applicabile a qualsiasi operatore a terra, carrello o veicolo esistente, si integra opzionalmente a sistemi RTLS di geolocalizzazione in tempo reale outdoor ed indoor (GPS, Cam, Rfid), con precisione fino a 2 cm.

Il software per la normale gestione operativa di magazzino (prodotti, ubicazioni, lotti, stoccaggio, prelievo, movimentazione, picking, spedizione, …) è totalmente integrato allo schedulatore interno per recepire in tempo reale ogni variazione.

Il rivoluzionario schedulatore di operazioni, la “Regia Attiva”, ha imposto un nuovo standard di mercato in termini di performance e servizio al cliente, non raggiungibile con una organizzazione tradizionale.

L’innovativo WGS (Warehouse Guidance System) in realtà virtuale, evoluzione della tecnologia FGS (Forkilft Guidance System) guida in modo rapido, semplice ed efficiente qualsiasi operatore, carrello o automazione all’interno del magazzino grazie alla sua interfaccia di “guida assistita” 1D/2D/3D integrata nel WMS.

Anche operatori poco esperti o interinali diventeranno immediatamente i vostri best performers (guidati dalla Regia Attiva) raggiungendo livelli di efficienza elevati e misurabili.

Durante la conferenza verranno presentati alcuni “Case History” aziendali di successo e le metodologie adottabili dalle PMI per competere e vincere la sfida dei nuovi livelli di servizio logistico imposti dal mercato.

Relatore
Giorgio Tesorieri – Vicepresidente di Infolog Spa, con esperienza consolidata di oltre 30 anni soprattutto in ambito ERP nazionali e internazionali, si occupa delle linee commerciali strategiche riguardo alla espansione della società per i sistemi e le soluzioni software INTELLIMAG WMS&SCM in ambito nazionale e internazionale.

13.00 - 14.00 Pranzo

14.00 - 14.30 Cambiare modello per seguire il mercato: dalla logistica tradizionale verso una nuova logistica | Relatore Nicola Borghi - Due Torri

14.00 - 14.30 Cambiare modello per seguire il mercato: dalla logistica tradizionale verso una nuova logistica | Relatore Nicola Borghi - Due Torri

L’intervento “Cambiare modello per seguire il mercato: dalla logistica tradizionale verso una nuova logistica” si pone come obiettivo quello di mostrare le modalità di adattamento al nuovo mercato sotto il punto di vista della logistica. Quali sono le richieste del mercato oggi? Come può essere migliorata la mia logistica perché sia il più possibile efficiente? Quali sono i miglioramenti che posso trarre da questo cambiamento? Sono solo alcune delle domande a cui questo workshop cerca di dare una risposta, analizzando nel dettaglio un caso concreto di un’azienda che ha scelto di cambiare il modello della propria logistica per adattarlo alle necessità del mercato.

Relatore
Nicola Borghi, Laureato in Ingegneria presso l’Università di Bologna, attualmente è Operation Director presso Due Torri Spa di Minerbio/Bologna. In precedenza sempre per la stessa società ha ricoperto il ruolo di ICT Dept Manager e Quality Assurance Manager.

14.00 - 14.30 La ricetta della Smart Factory | Relatore Massimo Cecchinato - Swisslog Italia WDS

14.00 - 14.30 La ricetta della Smart Factory | Relatore Massimo Cecchinato - Swisslog Italia WDS

Presentando una case history di successo relativa ad un progetto di Industria 4.0 recentemente realizzato da Swisslog ci si domanda se esista la ricetta perfetta per un progetto logistico.

Relatore
Massimo Cecchinato è Business Development & Marketing Manager di Swisslog Italia WDS, ruolo che svolge in affiancamento a quello di Key Account Manager che ricopre in Swisslog dal 2013.

14.30 - 15.30 Incontri one2one

15.30 - 16.00 Picking automatico a strati e a colli | Relatore Roberto Ronchiadin - Beta 80 Group

15.30 - 16.00 Picking automatico a strati e a colli | Relatore Roberto Ronchiadin - Beta 80 Group

L’attività più impegnativa nei magazzini è normalmente il picking e quindi il miglioramento delle prestazioni complessive non può prescindere dall’ottimizzazione di questo importante processo. A rendere più pressante l’esigenza è la costante tendenza alla riduzione delle quantità per riga d’ordine. Il frazionamento degli ordini ha portato inoltre anche società che in passato operavano quasi esclusivamente a pallet interi a dover affrontare il tema del picking.
Quando i volumi diventano elevati, il supporto dell’automazione del picking diventa determinante per ottenere il salto di produttività che le tecniche di movimentazione manuale non possono neppure sfiorare.
Partendo da alcuni sistemi realizzati, verranno illustrate le linee guida per l’analisi, la progettazione e la realizzazione di impianti completi per la creazione di pallet a strati con prodotti diversi e la sequenzializzazione dei colli per la preparazione di pallet “mix”.
I sistemi di picking automatico di Beta 80 permettono l’ottenimento di altissimi livelli di produttività, di precisione, coniugati con un rapido ritorno degli investimenti.

Relatore
Roberto Ronchiadin.
Ingegnere elettronico, si occupa dal 1985 di WMS e di impianti automatici in ambito logistico. È Business Development Manager in Beta 80 Group, azienda di riferimento per capacità progettuale, soluzioni e dimensioni nell’ambito della Supply Chain.

15.30 - 16.00 Industry 4.0, Quarta rivoluzione industriale, Smart manufacturing: la trasformazione digitale della manifattura.| Relatore Massimo Zanardini

15.30 - 16.00 Industry 4.0, Quarta rivoluzione industriale, Smart manufacturing: la trasformazione digitale della manifattura.| Relatore Massimo Zanardini

Industry 4.0, Quarta rivoluzione industriale, Smart manufacturing, sono tutti slogan che identificano un unico fenomeno: la trasformazione digitale della manifattura. Ma di cosa si tratta esattamente?
il Laboratorio RISE dell’Università di Brescia è andato oltre le parole, indagando come tale fenomeno si stia concretamente esplicando nel tessuto industriale Italiano.
Grazie ad oltre 100 aziende intervistate, è stato possibile dare risposta a queste (e altre) domande:
• quali sono le tecnologie abilitanti la rivoluzione, quanto sono note e quanto sono impiegate?
• quali i benefici attesi, per quali processi?
• quali ostacoli occorre superare?
• quanto possono essere utili gli incentivi fiscali previsti dal piano Calenda?

Relatore
Massimo Zanardini si è laureato presso l’Università degli Studi di Brescia a marzo 2012 in Ingegneria Gestionale, discutendo una tesi sulle modalità di collaborazione ed integrazione fornitore-cliente lungo le filiere logistiche. Ha conseguito nel 2016 il titolo di Ph.D. investigando il livello di conoscenza, diffusione e utilizzo delle nuove tecnologie digitali all’interno delle imprese manifatturiere. Dal 2012 fino al 2017 ha fatto parte del Laboratorio Research and Innovation for Smart Enterprises (RISE) presso il Dipartimento di Ingegneria Meccanica e Industriale della facoltà di Ingegneria dell’Università di Brescia. Ora lavora come consulente aziendale per la spin-off accademica IQ Consulting Srl, occupandosi di trasformazione digitale delle aziende e di implementazione di nuove tecnologie abilitanti l’Industria 4.0.

16.00 - 17.00 Incontri one2one

17.00 - 17.30 Sistemi hardware per implementazioni MES | Relatore Vincenzo Verità - Asem

17.00 - 17.30 Sistemi hardware per implementazioni MES | Relatore Vincenzo Verità - Asem

La spinta verso la digitalizzazione dei processi produttivi identificata dallo slogan Industry 4.0 , sta portando ad un utilizzo sempre più diffuso di sistemi MES (Manufacturing Execution Systems) sistemi software che, all’interno di un’azienda, si collocano idealmente tra i gestionali ERP e gli Scada/PLC delle macchine e raccolgono informazioni strategiche per aiutare il management a capire come le attuali condizioni del plant produttivo possono essere ottimizzate per migliorare la produzione. Per massimizzare l’efficacia della soluzione software è necessario che l’equipaggiamento hardware di campo sia ottimizzato per rendere proattivo il sistema. Molto spesso l’approccio degli IT manager tende a sottovalutare le implicazioni derivanti dall’utilizzo di terminali non appropriati quali ad esempio Thin Client o PC da ufficio, Monitor touch o PC All in One di tipo consumer, dimenticando che l’ambiente in cui questi oggetti vengono applicati tende a essere più ostile a seconda della natura dei beni prodotti. ASEM basandosi sulla notevole competenza acquisita in oltre 35 anni di esperienza come produttore di piattaforme PC based per l’automazione industriale , ha sviluppato una gamma completa di PC All in One , dotati delle necessarie caratteristiche per soddisfare tutte le esigenze delle applicazioni MES. Chassis in alluminio pressofuso completamente protetti da polveri e schizzi d’acqua, installabili a banco, a braccio o a parete, microprocessori senza ventole e dischi allo stato solido in grado di aumentare l’affidabilità complessiva, display ad alta luminosità e dimensioni variabili da 7” a 32”, sensori touch screen con tecnologie resistiva o capacitiva e periferiche di identificazione integrabili per tessere RFID, a banda magnetica o chip. Sistemi hardware estremamente affidabili e tecnologicamente evoluti che abbattono in modo considerevole il costo totale d’esercizio.

Relatore
Vincenzo Verità , 53 anni, è il Direttore della divisione POS&IT Automation della ASEM S.p.A azienda Italiana leader nella progettazione e produzione di soluzioni hardware PC based nei mercati dell’Automazione Industriale, del Punto Vendita e di altri mercati verticali .

17.00 - 17.30 L’ottimizzazione della Supply Chain in una realtà multinazionale complessa | Sperone Gianluca - Magneti Marelli, divisione Shock Absorbers

17.00 - 17.30 L’ottimizzazione della Supply Chain in una realtà multinazionale complessa | Sperone Gianluca - Magneti Marelli, divisione Shock Absorbers

Quali sono i benefici, in termini di saving economici, che una Logistica ed una Supply Chain possono portare ad un’organizzazione aziendale?
Con alcuni casi pratici si dimostrerà che riorganizzando la logistica di un’azienda multi-plant, standardizzando attività, procedure best in class, logiche e tools informatici di supporto, coinvolgendo tutta la filiera e le risorse, ridefinendo completamente i flussi sia interni che esterni, fisici e informativi, è possibile apportare un notevole beneficio alle casse aziendali.
Per citarne un paio: la riduzione dello stock totale del 25% in termini di giorni di copertura oppure la riduzione del 15% del costo totale dei trasporti, in poco più di 1 anno di lavoro.
Il tutto garantendo un livello di servizio prossimo 100%.
Tutto questo si può fare?

Relatore
L’ing. Sperone Gianluca si laurea al Politecnico di Torino dopo 1 anno di ricerca presso l’Institut National Polytechnique di Toulouse e, nel 2017, frequenta l’Executive Program in SCM alla SDA Bocconi.
Nel suo CV vanta diverse esperienze internazionali prevalentemente in aziende del settore Automotive dove ricopre diverse posizioni manageriali sempre in ambito Operations.
Da oltre 10 anni lavora in Logistica e dal 2015 ricopre la posizione di Head of Logistics and Supply Chain in Magneti Marelli, divisione Shock Absorbers.

17.30 - 18.00 Incontri one2one

18.00 - 18.30 Dynamic data management in produzione come leva per nuovi orizzonti di ottimizzazione | Relatore Sebastiano Nardin - Solunio

18.00 - 18.30 Dynamic data management in produzione come leva per nuovi orizzonti di ottimizzazione | Relatore Sebastiano Nardin - Solunio

In futuro fonti e volumi di informazioni aumenteranno sempre più velocemente. Le aziende si troveranno quindi a dover integrare sempre più dati da sempre nuovi sistemi. In questo senso la sfida principale è rappresentata dalla necessità di integrare questi dati, porli in relazione e renderli fruibili, in modo da identificare costantemente nuovi potenziali di miglioramento. L’identificazione di questi potenziali di miglioramento avviene su due livelli:

• A livello operativo: attraverso parametri ed indicatori di processo sempre aggiornati che possono essere utilizzati per identificare tempestivamente deviazioni dal piano e dedurre misure correttive pertinenti ed efficaci

• A livello strategico: attraverso l’analisi di trend storici che permettono di identificare potenziali di miglioramento ed individuare correlazioni altrimenti non evidenti. Questi potenziali spesso legati ad investimenti importanti, possono essere valutati e priorizzati in maniera efficiente, affidabile e strutturata

In entrambi i casi le informazioni alla base devono essere rilevanti, affidabili ed accessibili, al momento giusto e al posto giusto. In questi termini flessibilità, decentralità e interoperabilità di sistema, ma anche tempo reale, metrica di processo e autonomia operativa sono fattori fondamentali.

In questo intervento mostreremo come con la nostra tecnologia di “dynamic data management” è possibile rappresentare in maniera intuitiva e dinamica processi e prestazioni industriali, rendendo evidenti in tempo utile potenziali di miglioramento non trasparenti, sia a livello operativo che strategico.

Relatore
Sebastiano Nardin
Giovane imprenditore ed esperto di produzione industriale, è responsabile del „business development“ per Solunio. Si occupa di portare sul mercato il prodotto Visual Shop Floor e di creare opportunità di crescita per l’azienda.

18.00 - 18.30 L’integrazione della supply chain come leva per l’eccellenza del manufacturing | Relatore Gianluca Anguzza - New Value

18.00 - 18.30 L’integrazione della supply chain come leva per l’eccellenza del manufacturing | Relatore Gianluca Anguzza - New Value

La strategia di sviluppo della supply chain necessita di combinare l’elevato livello di servizio/flessibilita’ verso il cliente con prestazioni efficienti delle operations industriali. Spesso le aziende non trovano soluzoni che possano garantire entrambe e di conseguenza si trovano a privilegiare una priorita’ nei confronti dell’altra. Questo e’ superabile considerando l’integrazione della supply chain attraverso il cambiamento delle logiche di pianificazione e l’applicazione di un approccio pull a partire dalla domanda del cliente. La metodologia e’ impostata sia per creare un flusso efficiente lungo la catena di trasformazione del prodotto (value stream) sia per creare un flusso di rifornimento dei materiali di acquisto (componenti da fornitori esterni). L’analisi iniziale della struttura di trasformazione permette di comprendere se la logistica ha maggiore impatto lungo la catena di trasformazione (value stream) o nel rifornimento di componenti (prodotto assemblato) e la corretta individuazione dello scenario permette di applicare la metodologia di lean logistics piu’ appropriata. In entrambi i differenti casi i risultati concreti ottenuti dall’applicazione di un efficiente flusso logistico e da un pull planning sono molto significativi sia per l’elevata riduzione delle perdite logistiche (inventory, handling, lead time, spazio) sia per il positivo impatto sulla produttivita’ del processo di trasformazione, fortemente incrementata dalla riduzione del non-valore aggiunto ottenuta a sua volta dalla creazione del flusso.

Relatore
Gianluca Anguzza, ingegnere meccanico e ph.d., ha un’esperienza di 17 anni come lean master e di 10 come wcm senior consultant. E’ un riferimento per multinazionali e aziende leader di molti settori su metodologie che perseguono l’eccellenza. Ha una vasta esperienza internazionale (31 paesi in 5 continenti). Ha fondato e guida il gruppo New Value, azienda di riferimento per la consulenza lean e principale partner consulenziale della Wcm association.

Dalle 18.30 Aperitivo di fine giornata

16 novembre

Dalle 08.00 Ricevimento partecipanti e welcome coffee

09.00 - 09.30 Sistemi di geolocalizzazione in real time: la sicurezza non è un opzione | Relatore Carlo Pascale Guidotti Magnani - Alfacod

09.00 - 09.30 Sistemi di geolocalizzazione in real time: la sicurezza non è un opzione | Relatore Carlo Pascale Guidotti Magnani - Alfacod

Il workshop è dedicato alle soluzioni RTLS per Magazzino, Industria, Ospedali e retailer, focalizzando l’analisi su innovativi sistemi software di navigazione 3D per il controllo e la guida dei muletti all’interno dei magazzini (esterni e interni). Innovative tecnologie che consentono non solo un’efficacia nella movimentazione delle merci ma anche un controllo di sicurezza (attraverso l’anticollisione e gli strumenti di allert in caso di pedoni). Un altro focus importante del workshop riguarderà l’ottimizzazione del Magazzino e l’automazione dei Fine Linea di produzione.

– Soluzioni RTLS per Magazzino e Industria
– Controllo e guida dei muletti con mappatura 3D del magazzino (Eagle Nav)
– Soluzioni RTLS per aziende, ospedali e negozi
– Sicurezza negli ambienti (anticollisione e pedoni)
– Ottimizzazione del magazzino, Eagle Mag
– Automazione dei Fine Linea, Eagle Automation

Relatore
Specialista esperto di soluzioni hardware e software per la produzione, la logistica, l’industria e il retail. Dal 1989 è coinvolto in prima persona nel mondo delle soluzioni per l’Identificazione Automatica ed il Mobile Computing.

09.00 - 09.30 Dalle parole ai fatti: la fabbrica intelligente in Guala Dispensing | Relatore Ing. Andrea Brianti, Plant Manager di Guala Dispensing

09.00 - 09.30 Dalle parole ai fatti: la fabbrica intelligente in Guala Dispensing | Relatore Ing. Andrea Brianti, Plant Manager di Guala Dispensing

Industry 4.0, Smart Factory, interconnessione di sistemi e macchinari, Big Data, IIoT, etc sono termini che sentiamo insistentemente ripetuti dagli addetti ai lavori negli ultimi anni, troppo spesso facendo esclusivamente riferimento a degli slogan di marketing che non a progetti realmente implementati. I fondamenti della così detta quarta rivoluzione industriale sono i medesimi sui cui Atomos e Guala Dispensing lavorano insieme dal 2003. Un percorso iniziato con l’implementazione del sistema MES nel sito italiano, sistema che è stato poi fatto evolvere grazie all’interconnessione delle linee di stampaggio ed assemblaggio ed infine esteso nel sito produttivo in Messico. Con particolare riguardo al collegamento delle linee di produzione, l’evoluzione tecnologica degli ultimi anni ha consentito nuove modalità di collegamento ed affinamento della soluzione nel suo complesso. In prima battuta le linee erano collegate tramite l’installazione di schede di rete della National Instrument mentre oggi si è potuto sfruttare lo standard Euromap per le macchine di stampaggio e lo standard OPC per le macchine dotate di PLC. Il tutto senza bisogno di installare hardware di supporto con evidenti risparmi di costo e di semplicità dell’architettura della soluzione nel suo complesso. Questo percorso ha portato Guala Dispensing a poter interconnettere, in prima battuta, 3 linee di stampaggio e 3 linee di assemblaggio; l’implementazione verrà quindi estesa sia a tutto il reparto stampaggio ed assemblaggio dello stabilimento Italiano per poi applicare la medesima soluzione in quello Messicano.

Relatore
Ing. Andrea Brianti, Plant Manager di Guala Dispensing

09.30 - 10.30 Incontri one2one

10.30 - 11.00 Software: cuore pulsante per soluzioni vincenti. Il cuore della Logistica è un motore di soluzioni software modulari ed integrate, in grado di muovere in modo coordinato uomini ed automazioni per garantire efficienza, velocità e precisione | Relatore Paolo Farinella - Incas

10.30 - 11.00 Software: cuore pulsante per soluzioni vincenti. Il cuore della Logistica è un motore di soluzioni software modulari ed integrate, in grado di muovere in modo coordinato uomini ed automazioni per garantire efficienza, velocità e precisione | Relatore Paolo Farinella - Incas

E’ risaputo che la Logistica muove il mondo ma tutto ciò è possibile solo grazie a software opportunamente strutturati. Ogni soluzione, dalla manuale-assistita all’automazione di magazzino più spinta, realizza un modello organizzativo che per funzionare deve essere implementato in procedure, comandi e controlli: è il software che interpreta questi modelli e garantisce il risultato. Negli ultimi tre decenni INCAS ha consolidato una dorsale software completa, con soluzioni modulari ed integrate, specifiche per gestire e controllare l’intera Catena Logistica, dal primo anello, le materie prime, all’ultimo, la consegna al cliente.
La Factory Logistics (in produzione), il W.M.S. (in magazzino) e il T.M.S. (sulle strade) lavorano in sintonia e sinergici per ottimizzare e monitorare l’intero processo logistico al servizio della Produzione e della Distribuzione: dal produttore al consumatore finale.

Il percorso:
• La galassia delle soluzioni software per la Logistica
• Production WMS & KANBAN: governare la produzione on demand
• WCS: quando l’automazione logistica diventa intelligente
• Distribution WMS & TMS: due strumenti, un unico obiettivo
• PERFORMER: un cruscotto da Formula Uno per la tua Logistica

Relatore
Paolo Farinella– Technical & Sales Manager di INCAS SPA, ha ricoperto per 20 anni il ruolo di Product Manager & Team Leader nell’ambito delle soluzioni informatiche per la Gestione Operativa di Magazzino c/o INCAS.
INCAS SPA opera da oltre 36 anni in un contesto di mercato internazionale, proponendo soluzioni automatiche, complete e personalizzate nell’ambito della Supply Chain.

10.30 - 11.00 RFId : Dalla ottimizzazione logistica al cliente finale. Come la tecnologia sta cambiando pelle | Relatore Arcangelo D’Onofrio - Temera

10.30 - 11.00 RFId : Dalla ottimizzazione logistica al cliente finale. Come la tecnologia sta cambiando pelle | Relatore Arcangelo D’Onofrio - Temera

Come il tag RFId si è trasformato da abilitatore di funzionalità di ottimizzazione della logistica ed elemento per la tracciabilità di filiera ad elemento di connessione tra il prodotto è il cliente.
Quali benefici può dare questa tecnologia al Fashion, al Food e all’Industria di precisione che sono le eccellenze del nostro paese.

Relatore
Arcangelo D’Onofrio, ha lavorato all’interno dei sistemi informativi di aziende multinazionali in vari settori. Attento da sempre alle tematiche di innovazione a supporto dell’impresa, nel 2009 ha fondato Temera, che, occupandosi di tecnologia RFId è passata da 2 dipendenti a 50 in 7 anni.

11.00 - 11.30 Incontri one2one

11.30 - 12.00 Sicurezza ed Industria 4.0 | Relatore Riccardo Gioja - Linde Material Handling

11.30 - 12.00 Sicurezza ed Industria 4.0 | Relatore Riccardo Gioja - Linde Material Handling

Un controllo critico ed accurato dei diversi processi logistici rivela spesso delle aree dove è possibile potenziare gli standard di sicurezza per ridurre al minimo ed evitare potenziali incidenti, lesioni e danni collaterali. Le Linde Safety Solutions sono state sviluppate allo scopo di verificare che siano soddisfatti gli specifici requisiti di sicurezza delle singole aziende; questi ultimi riguardano potenziali rischi agli operatori ed al personale che lavora nell’ambiente circostante, danni alle attrezzature per la movimentazione, ai carichi movimentati ed alle strutture del magazzino.
Linde offre numerose soluzioni di sicurezza per ridurre al minimo i potenziali rischi.
Investire sulla sicurezza aiuta ad ottenere rapidi successi anche in termini di produttività, efficienza ed innovazione, strumenti che traghettano l’azienda nell’Industria 4.0.
Linde presenta le proprie soluzioni di sicurezza innovative ed il proprio portafoglio di soluzioni complete per l’Intralogistica.

Relatore
Riccardo Gioja
Laureato in Ingegneria Elettronica e delle Telecomunicazioni nel 2007, Riccardo Gioja ha lavorato per 10 anni in ambito Automazione, Soluzioni Innovative, WMS, RF come Project Manager nello sviluppo di progetti di complessità differente fino alla realizzazione di impianti automatici completi. Durante gli anni ha anche affrontato e sviluppato Soluzioni Innovative, Sistemi RF, WMS e Soluzioni di Auto-ID delle merci passando per vendita, formazione e gestione dell’implementazione.

11.30 - 12.00 Efficienza, produttivita’: ci sono ancora margini di crescita? | Relatori - Andrea Buson iDSistemi e Nicola De Zolt Lisabetta Zebra Technologies Italy

11.30 - 12.00 Efficienza, produttivita’: ci sono ancora margini di crescita? | Relatori - Andrea Buson iDSistemi e Nicola De Zolt Lisabetta Zebra Technologies Italy

La capacità competitiva dell’impresa dipende dalla capacità di crescere ed innovare rispetto a tre fattori chiave: qualità, costo e tempo. Parametri ricercati negli strumenti di lavoro, ma è tempo di valorizzare la forza lavoro. La filosofia del WMS, PowerStore, permette di valorizzare la forza lavoro e diminuire la perdita di efficienza dovuta all’utilizzo dei convenzionali, primitivi, strumenti di identificazione e controllo.
PowerStore ha puntato sull’integrazione uomo macchina, plasmandosi non solo in base ai prodotti trattati, ma anche alle esigenze e caratteristiche dell’operatore. La fusione tra PowerStore e la Mobility DNA di Zebra vi dimostreranno come sia è stato possibile.

Relatori
Buson Andrea
Amministratore della iDSistemi, società specializzata nello sviluppo di soluzioni software e hardware nel campo dell’identificazione automatica. Con una formazione tecnico-economica ha dato vita a numerosi progetti innovativi, tra cui: nel 2006 allo Smau ha presentato i primi lettori tag 125 KHz, nel 2003 ha presentato il primo WMS interamente WEB in modalità S.a.S, nel 2008 il sistema Track & Trace con dispositivi consumer (Smarphone Symbian e nel 2010 Android) .

Nicola De Zolt Lisabetta
Sales Engineer presso Zebra Technologies Italy, multinazionale leader nei settori Printing, Scanning, Rugged Mobile Computing. De Zolt è laureato in ingegneria elettronica all’univ. di Padova e ha un master in business administration del MIP; attualmente si occupa di Transportation and Logistics in Italia, oltre a tenere seminari sullo sviluppo Android nei Paesi south EMEA. Contatto: www.linkedin.com/in/dezolt

12.00 - 12.30 Incontri one2one

12.30 - 13.00 Trasporto: da costo a leva per la competitività | Relatore Marco Cernuschi - Simco

12.30 - 13.00 Trasporto: da costo a leva per la competitività | Relatore Marco Cernuschi - Simco

L’importanza del trasporto è sempre maggiore in ogni tipo di azienda e l’incidenza che ha sui costi, sul livello di servizio al Cliente e sul valore aggiunto relativo al prodotto “globale” dell’azienda è riconosciuta dal Management.
Le tradizionali modalità di gestione del trasporto, basate sulla leva della contrattazione coi fornitori per spuntare prezzi più bassi, non sono più in grado di produrre ulteriori risparmi.
È fondamentale per una buona ottimizzazione della distribuzione fisica pensare all`intero processo: il network distributivo, il magazzino (comprese le logiche di prelievo degli ordini), l`organizzazione del carico, l`organizzazione delle tratte (se si gestiscono i trasporti dedicati), la tariffa di trasporto (prendendo in considerazione tutti i costi accessori) e, infine, i costi inerenti le attività di controllo del nostro fornitore.
Solo così riusciremo ad ottenere il massimo dei benefici!
Come in tutte le cose, per poter svolgere bene un lavoro è importante avere un buon metodo, solo attraverso un`attenta redazione del Capitolato Tecnico Logistico (ossia una descrizione precisa ed esaustiva del trasporto oggetto dello studio), un`adeguata struttura tariffaria (ossia la scelta dei driver di costo più adatti alla tipologia di trasporto da effettuare) e una definizione precisa dei tempi di resa e del livello di servizio che il fornitore dovrà garantire (ossia i Service Level Agreement – SLA), si potrà veramente effettuare la scelta migliore.

Relatore
Marco Cernuschi
Senior Partner Consultant di SIMCO, società di consulenza specializzata nell’ottimizzazione della Supply Chain e fondata nel 1981, che ha sviluppato oltre 2.000 progetti per più di 500 Clienti di diverse dimensioni e settori merceologici.
Senior Consultant nella progettazione e organizzazione dei layout dei magazzini, della distribuzione fisica e delle strutture organizzative aziendali.

12.30 - 13.00 Aria nuova in Rivacold: la schedulazione organizza gli attrezzaggi ed elimina i colli di bottiglia del processo produttivo | Relatori Davide Benatti - Rivacold e Alberto De Faveri - Tecnest

12.30 - 13.00 Aria nuova in Rivacold: la schedulazione organizza gli attrezzaggi ed elimina i colli di bottiglia del processo produttivo | Relatori Davide Benatti - Rivacold e Alberto De Faveri - Tecnest

Rivacold è una realtà industriale di riferimento nella produzione e distribuzione di componenti e prodotti per la refrigerazione, in particolare gruppi frigoriferi, scambiatori di calore e sistemi di trasporto refrigerato. Fondata nel 1966 con sede principale a Vallefoglia (PU), oggi Rivacold è parte del gruppo VAG con 7 divisioni, 5 filiali nel mondo e una rete capillare di vendita sia in ambito nazionale che internazionale. L’ampia gamma di prodotti si sviluppa in versioni standard e a disegno del cliente in diverse applicazioni dedicate ai mercati Ho.Re.Ca., vending, GDO, agro-alimentare, medicale e farmaceutico.
Nell’ambito di un processo di ottimizzazione e di miglioramento dell’efficienza dei processi produttivi, il management di Rivacold ha deciso di intervenire, con il supporto di Tecnest, in primo luogo sullo stabilimento “Rivacold 5”, dedicato alla produzione di pacchi batteria e componenti per le altre divisioni dell’azienda. Tale stabilimento si trova al cuore del processo produttivo di Rivacold e risulta critico in particolare a causa dei lunghi tempi di attrezzaggio delle macchine (fino a un’ora) rappresentando un potenziale collo di bottiglia per l’intera produzione.
Alberto De Faveri (Tecnest) e Davide Benatti (Rivacold) presentano caratteristiche e risultati del progetto di schedulazione della produzione e MES realizzato in “Rivacold 5” con l’obiettivo di ridurre i tempi di attrezzaggio delle macchine, reagire in tempo reale sui cambiamenti nell’area produttiva, migliorare l’analisi dei dati e la presa di decisione e, in generale, migliorare le performance produttive e l’efficienza dei processi.

Relatori
Davide Benatti, Rivacold
Laureato in Informatica presso l’Università di Bologna, ha maturato diversi anni di esperienza all’interno del settore IT di multinazionali manifatturiere, lavorando nell’ambito di team multietnici e multiculturali. Dal 2015 ricopre il ruolo di Analista IT a supporto dei progetti strategici del gruppo Rivacold, azienda con 50 anni di storia alle spalle e leader in Italia nel campo della refrigerazione industriale.
Alberto De Faveri, Tecnest
Senior Supply Chain Consultant e Project manager, è responsabile della delivery dei progetti e della gestione del team presso la sede di Milano di Tecnest, azienda di riferimento in Italia per le soluzioni per la gestione della produzione e della supply chain. Da diversi anni, gestisce progetti di implementazione di modelli e soluzioni, in particolare in ambito MES (Manufacturing Execution System) e APS (Advanced Planning & Scheduling) presso aziende di diversi settori industriali.

13.00 - 14.00 Pranzo

14.00 - 14.30 Imola bevande: sete di innovazione anche nel magazzino!!!” | Relatore Marco Crasnich - Overlog

14.00 - 14.30 Imola bevande: sete di innovazione anche nel magazzino!!!” | Relatore Marco Crasnich - Overlog

“Acta non verba” (fatti non parole): la cosa migliore per dimostrare il proprio modo di lavorare è mostrare dei casi concreti. Questa filosofia è alla base di questo speach che vuole, partendo da un case history di successo, portare in evidenza: l’approccio analitico, la consulenza operativa, le soluzioni proposte ed i risultati ottenuti. Il tutto in concerto ed in partnership con il proprio cliente. Con professionalità e l’aiuto delle nuove tecnologie (VOICE): Una nuova sfida nel mondo del beverage vinta!!

Relatore
Marco Crasnich
Esperto di logistica ha maturato precedenti esperienze manageriali come responsabile di settori logistici in importanti aziende multinazionali. Amministratore e socio di Overlog srl, azienda che da più di 25 anni ingegnerizza, sviluppa e realizza sistemi avanzati di gestione ed ottimizzazione logistica di produzione e magazzino attraverso l’implementazione del WMS proprietario SLIM2k

14.00 - 14.30 Driving the Digital Enterprise | Relatore Luca Turmolini - Siemens Industry Software

14.00 - 14.30 Driving the Digital Enterprise | Relatore Luca Turmolini - Siemens Industry Software

In un contesto in cui il business è sempre più impattato dal web ed i clienti finali sono maggiormente e più direttamente coinvolti nella fase di definizione dei prodotti di loro interesse, il mondo dell’industria deve reagire riducendo in modo significativo il proprio time-to-market, al contempo incrementando la propria flessibilità, cosi da poter soddisfare i bisogni della cosiddetta “produzione personalizzata”.
Siemens risponde alle esigenze del mercato sia con la Digital Enterprise Software Suite che attraverso l’implementazione del Closed Loop Manufacturing (CLM) e del Closed Loop Quality (CLQ) supportando le aziende nelle fasi di virtualizzazione dei prodotti, processi ed impianti. Questo permette la realizzazione e l’ottimizzazione delle aree di produzione su cui successivamente, nella fase di execution, si raccolgono tutte le informazioni che vengono mandate alla progettazione in ottica di un miglioramento continuo. Grazie alle soluzioni scalabili di Siemens le aziende di tutte le dimensioni possono diventare un’azienda digitalizzata.

Relatore
Luca Turmolini – Manufacturing Operation Management Portfolio Developer Executive.
Con oltre 20 anni di esperienza , tra L’Italia e la Spagna, nell’implementazione di soluzioni software per l’automazione industriale sino ai piu’ moderni sistemi MES/MOM, aiuta i clienti a portare le loro aziende a nuovi livelli di eccellenza e competitività produttiva.

14.30 - 15.00 Incontri one2one

15.00 - 15.30 Attenti al lupo! | Relatori Paolo Azzali e Stefano Bianchi - AB Coplan

15.00 - 15.30 Attenti al lupo! | Relatori Paolo Azzali e Stefano Bianchi - AB Coplan

I logistici sono sempre e continuamente al lavoro per migliorare le prestazioni delle loro aziende.
Anche i prossimi mesi saranno densi di novità, tecnologiche e organizzative, proposte da consulenti, ricercatori, system integrator, software house, fornitori di material handling, e chi più ne ha più ne metta.
Poi però arriverà ancora una volta il lupo Amazon e ci spaventerà di nuovo.
Come dobbiamo prepararci?

Relatori
Paolo Azzali
Classe 1965. Consulente di logistica e supply chain management dal 1991.
Autore di oltre 100 articoli, partecipa da oltre 15 anni come relatore e docente a numerosi convegni, seminari e corsi di formazione professionali.
Dal 2010 è amministratore di AB Coplan Srl
Dal 2008 è il consulente di Logistica dell’Unione Parmense degli Industriali (UPI).

Stefano Bianchi
Classe 1960. Consulente logistico dal 1990.
Autore di numerosi articoli, partecipa come chairman e relatore a convegni e seminari su temi logistici e svolge attività di coordinamento e docenza in master in logistica industriale organizzati da università ed associazioni industriali.
Dal 2010 è amministratore di AB Coplan s.r.l.

15.00 - 15.30 Impresa Estesa: dalla teoria ai fatti | Relatore Luca Mongiorgi - Iungo

15.00 - 15.30 Impresa Estesa: dalla teoria ai fatti | Relatore Luca Mongiorgi - Iungo

Per far fronte alle sfide di un mercato sempre più competitivo e globale, le aziende non possono più considerarsi entità singole e isolate dai propri fornitori, ma devono necessariamente trasformarsi in “imprese estese”. La logica dell’impresa estesa presuppone la condivisione delle informazioni lungo tutta la catena di fornitura, permettendo di aumentare la visibilità e la velocità di risposta al mercato dell’azienda cliente attraverso l’integrazione e la collaborazione tra tutti gli attori della catena.
In questo contesto, l’utilizzo di soluzioni software integrate è di primaria importanza perché costituiscono la base per gestire in maniera automatizzata i flussi (in particolare quello informativo e quello finanziario) legati alla Supply Chain.

Ma come è possibile fare evolvere un’azienda e trasformarla in un’impresa estesa? L’intervento vuole fornire alcuni spunti pratici per aiutare le aziende ad affrontare questa trasformazione in modo graduale attraverso un approccio integrato sia nella riorganizzazione interna, sia nella comunicazione con i fornitori, presentando possibili modelli organizzativi e strumenti a supporto.

Relatore

Luca Mongiorgi

Partner IUNGOItalia
Dopo un percorso professionale in ambito commerciale, consegue un Master in Business Administration ed entra nel 2008 in IUNGO come Direttore Marketing.
Attuale Direttore Sales & Marketing, nel corso degli anni ha avuto modo di gestire numerosi progetti di Supply Chain Collaboration, ricoprendo un ruolo strategico per la crescita del business aziendale.”

 

15.30 - 16.00 Incontri one2one

16.00 - 16.30 Soluzioni Cloud e Mobile per la Logistica 4.0 | Relatore Marco Picciafuoco - PTV Group

16.00 - 16.30 Soluzioni Cloud e Mobile per la Logistica 4.0 | Relatore Marco Picciafuoco - PTV Group

Nel settore della LOGISTICA DISTRIBUITIVA i software e i servizi offerti da PTV GROUP sono in grado di soddisfare sia le esigenze tattico-strategiche di pianificazione, sia le attività operative di programmazione e ottimizzazione ed esecuzione.
Nel corso della conferenza dal titolo “PTV Group: soluzioni Cloud e Mobile per la Logistica 4.0” verranno presentate le principali novità tecnologiche, con analisi di casi reali su diversi settori:
• home delivery
• retail
• food service
• distribuzione farmaceutica
• industria
• logistica
• trasporti.

Verranno inoltre illustrati metodi operativi che prevedono l’utilizzo delle tecnologie PTV per:
– effettuare analisi territoriali per valutare l’efficienza delle reti distributive e della field-force;
– simulare i percorsi, pianificare ed ottimizzare i giri di distribuzione nel rispetto di tutti i vincoli logistici;
– stimare i consumi e le emissioni di CO2;
– calcolare i costi di trasporto in base ai diversi modelli tariffari;
– supportare la fase operativa della distribuzione delle merci attraverso una serie di servizi che tracciano ogni fase della consegna e garantiscono una maggiore visibilità delle varie fasi del processo di delivery:
– emissione del documento di trasporto,
– firma elettronica,
– esito in tempo reale con relativa prova di consegna tramite App mobile,
– gestione dell’interscambio pallets,
– acquisizione dei dati provenienti da smartphone/black-box a bordo,
– interazione con tutti gli attori coinvolti (mittente, operatore logistico o vettore, destinatario) tramite la condivisione di documenti,
– informazioni in tempo reale (alert, orario di arrivo a destinazione stimato ETA).

Relatore
Marco Picciafuoco
Dopo la laurea in Ingegneria per L’Ambiente e il Territorio presso l’Università degli Studi di Perugia, Marco Picciafuoco ha frequentato un Master per Esperto in Contabilità Ambientale. Appena terminati gli studi è iniziata la sua attività come responsabile tecnico-commerciale in Italia delle soluzioni software della PTV. Attualmente è membro del Consiglio d’Amministrazione di PTV Italia Logistics con funzione di Amministratore Delegato.

“Probabilmente nessuna società al mondo raggruppa in maniera così trasversale competenze e soluzioni in grado di pianificare e ottimizzare la mobilità di cose e persone. Con soddisfazione commercializziamo in Italia le soluzioni della suite PTV dedicate al mondo dei trasporti e della logistica: come punta di un iceberg, mettiamo a disposizione delle aziende italiane la possibilità di usufruire degli innovativi prodotti realizzati mettendo a frutto il know-how scientifico e le conoscenze tecnologiche maturate in ambito internazionale dalla nostra casa madre.” Marco Picciafuoco

16.00 - 16.30 Efficienza d’acciaio in una Supply Chain complessa: il caso Acciai Speciali Terni (Gruppo ThyssenKrupp) | Relatori Paolo Zanella - Acciai Speciali Terni e Stefano Rigonat - Quin

16.00 - 16.30 Efficienza d’acciaio in una Supply Chain complessa: il caso Acciai Speciali Terni (Gruppo ThyssenKrupp) | Relatori Paolo Zanella - Acciai Speciali Terni e Stefano Rigonat - Quin

Cosa occorre fare per migliorare la governance dell’intera Supply Chain? Quali sono gli aspetti concreti su cui intervenire per migliorare il livello di servizio al mercato?
Stefano Rigonat (Quin) e Paolo Zanella (Acciai Speciali Terni) affronteranno questi temi presentando le caratteristiche e i risultati dello sfidante progetto che ha visto protagonista Acciai Speciali Terni, storica realtà italiana, annoverata tra i principali produttori al mondo di acciaio inox.
L’intervento si concentrerà sull’analisi degli strumenti e dei metodi implementati in un ottica di potenziamento delle performance dei processi di Sales & Operations Planning, evidenziando le leve strategiche individuate in un contesto produttivo che porta sul mercato 1.000.000 di tonnellate di acciai speciali l’anno.

Relatori
Stefano Rigonat, Quin
Opera da più di 10 anni nell’ambito dell’ottimizzazione di sistemi complessi di Supply Chain, è oggi Head of Operations Consulting presso Quin. Responsabile di sfidanti progetti di Business Process Review presso realtà quali AST (ThyssenKrupp), Marcegaglia, CNH Industrial, Calzedonia, Automotive Lighting (Magneti Marelli), Fassa Bortolo e Stosa Cucine. Per diversi anni relatore al Politecnico di Milano nel corso di eOperations.

Paolo Zanella, Acciai Speciali Terni
Head of Supply Chain Management and Continuous improvement in Acciai Speciali Terni (Gruppo ThyssenKrupp), ha precedentemente maturato una lunga esperienza Supply Chain prima in ambito automotive (Automobili Lamborghini, Ferrari) nei beni di lusso (Bulgari, Gucci) ed in ambito meccanico (Bonfiglioli Riduttori) in Italia ed all’estero.
Vice presidente dell’associazione italiana Lean manager, dal 2016 si occupa di integrare i principi del Lean Manufacturing nella gestione del complesso scenario logistico di AST, realtà leader nel mondo nella produzione di rotoli e laminati piani inossidabili.

16.30 - 17.00 Incontri one2one

17.00 - 17.30 Verso una visione olistica del marketing | Relatore Claudio Gagliardini - Seidigitale

17.00 - 17.30 Verso una visione olistica del marketing | Relatore Claudio Gagliardini - Seidigitale

L’approccio analitico che abbiamo imparato ad applicare nella gestione e nei processi delle aziende è capace di offrire agli imprenditori una visione d’insieme? Un’azienda che ragiona per compartimenti stagni e che si allena al mercato muscolo per muscolo e reparto per reparto ha davvero le carte in regola per rimanere a galla?
Senza una vera visione d’insieme e senza un approccio olistico questo è sempre meno probabile. Quando ragioniamo sul marketing, inoltre, dovremmo finalmente capire che questo deve oggi rappresentare la testa pensante e non il braccio armato delle aziende.
Come sviluppare un approccio olistico e come mettere il marketing e i clienti al centro della filiera di un’azienda in grado davvero di competere sui nuovi mercati.

Relatore
Claudio Gagliardini
Esperto di Webmarketing, Social Media Marketing (SMM), Digital PR, e comunicazione sui media digitali, cofondatore di seidigitale.com, progetta e cura strategie di Comunicazione & Marketing online, con particolare riferimento ai settori del Turismo, Food, Automotive e Real Estate. Blogger, divulgatore, formatore, speaker e relatore nei più importanti eventi e appuntamenti del settore. Co-Autore inisieme ad Ale Agostini di “Social Google Marketing”, edito da Hoepli nel 2015. Quando, come e perché utilizzare i Social Media e le piattaforme della rete all’interno di una strategia di marketing è il fulcro del suo lavoro, che non si limita agli aspetti squisitamente tecnici, ma sconfina nello studio delle implicazioni e dell’impatto che essi hanno sulla diffusione e sulla percezione del messaggio.

Dalle 17.30 Aperitivo di saluto

Expertise & Skill
Un approccio mirato
Conferenze di scenario sull’evoluzione della supply chain, workshop tematici su case history e soluzioni di mercato, incontri di business one to one
Un incontro reale
Opportunità di conoscere dal vivo professionisti, soluzioni e tecnologie e far conoscere il valore e le competenze dell’azienda
Una partecipazione su misura
Appuntamenti di business pianificati e ottimizzati su agende personalizzate per ciascun partecipante
Iscrizioni

La partecipazione in qualità di visitatori al Global Logistics & Manufacturing è gratuita e rivolta esclusivamente a Dirigenti e Funzionari aziendali. Il partecipante potrà vivere l’evento con una presenza personalizzata, una o due giornate, suddivisa tra momenti in aula d’approfondimento e incontri one to one con gli espositori per conoscere proposte, servizi e soluzioni.

La partecipazione è subordinata alla pre-registrazione fino ad esaurimento dei posti disponibili. L’organizzazione si riserva il diritto di rifiutare la registrazione senza dover giustificare la propria decisione. Tutte le richieste di partecipazione accettate saranno confermate dalla nostra segreteria organizzativa. Richiedi informazioni.

La partecipazione in qualità di visitatore è rivolta ad aziende “End User”.

Partner
Location

La location del Summit

La nuova edizione del Global Logistics & Manufacturing Summit si svolgerà presso il Centro Congressi Hotel Parchi del Garda, sulle sponde dell'omonimo lago. Un'atmosfera e uno spazio ideali per eventi di business.

Recapiti Segreteria Organizzativa

Concordia Professional Oriented Events
Tel: 011 07 45 674 - Fax: 011 07 45 671
Serve aiuto?
chiamaci
+39 011 07 45 674
contattaci
Evento organizzato da concordia